Lorenzo Facchinotti sta conducendo un’indagine sul consumo di contenuti in formato digitale in relazione ai circuiti di distribuzione peer to peer. La ricerca mira ad aggiornare una tesi di dottorato che, grazie ai nuovi dati ottenuti, diventerà in seguito un e-book. Chi è disponibile a collaborare non ha che da compilare un questionario anonimo della durata di pochi minuti. Lo segnalo con piacere perché, sebbene esistano già alcuni studi sul peer to peer e sulle relative implicazioni in campo musicale e cinematografico, raramente questi sono condotti in Italia, da persone che sembrano sapere di che cosa parlano e magari perfino per vie indipendenti dagli interessi dalle major.