I barcamp e gli eventi affini sono ormai talmente tanti, e sempre alla legittima ricerca di visibilità, che a parlare di tutti si finirebbe per fare tante copie del già ottimo BarcampItalia, il blog dedicato alle non-conferenze italiane creato da Giovy. Faccio con piacere un’eccezione per il PubCamp, il barcamp anomalo che Massimo Marino sta organizzando per il 23 giugno in un pub di Chieti. L’idea della birreria va di pari passo con quella di favorire la divulgazione non specialistica dei blog e delle altre applicazioni mature di Internet, tra una birra e l’altra. Un po’ barcamp un po’ blogfest, dice Massimo. Il paradiso degli interstizi, a occhio.

Luogo e data, per me, sono fuori portata. Il destino dei barcamp di provincia – e quando dico provincia parlo con rispetto e cognizione di causa – è quello di contare, più che sui grandi numeri, su una coda lunga di partecipanti, vuoi perché barcampeggiatori sfegatati, vuoi perché vicini di casa, vuoi per felici coincidenze. Ecco, ne parlo perché spero di alimentare qualche felice coincidenza, buttando lì un po’ di link. E a Massimo, che in questi giorni chiede un po’ di supporto morale, un augurio – soprattutto – di buon divertimento.