Gaspar Torriero, invece, mi tira in ballo sulle letture. E sia.

Libri della mia biblioteca:
In ordine di età: l’intera collezione di classici dell’infanzia (ignorati), molti fumetti Disney, buona parte dei racconti di Hermann Hesse, qualche Rimbaud, un po’ di Gibran, quasi tutto ciò che passava il convento della Stampa Alternativa e dei libri millelire, vari classici del giornalismo italiano prima e della sociologia delle comunicazioni poi, Roland Barthes, Gregory Bateson, Pierre Levy, tutta la produzione “giovanile” di Stephen King, il primo Andrea De Carlo, poca informatica. Il resto della biblioteca, la maggior parte in effetti, sono libri sparsi di narrativa prevalentemente contemporanea e saggi di attualità acquistati ogni volta che in negozio un libro mi ha detto “ti aspettavo, sono qui per te”.

L’ultimo libro che ho comprato:
Senza perdere la tenerezza, Paco Ignacio Taibo II

Il libro che stai leggendo ora:
Un altro giro di giostra, Tiziano Terzani

Tre libri che consiglio:
Link, Albert-Laszlo Barabasi
L’inglesina in soffitta, Luca Masali
Il gioco preferito, Leonard Cohen

Cinque blogger a cui provo a passare il testimone:
Perles de Pluie, Blog Notes, Webgol, Pietro Izzo, Gattostanco

Chi vorrei essere se dovessi rinascere:
Per ora, e mai come ora, vorrei vivere questa.