Top

Tag: turismo

Aprile 5 2014

Venerdì sera abbiamo fatto un piccolo ma fondamentale passo nella maturazione della relazione tra Pordenone e i social media. Ospiti in Biblioteca Civica del Comune di Pordenone, che con discrezione e sensibilità ha accolto e promosso l’iniziativa, ci siamo ritrovati in una trentina di persone a ragionare sulla costituzione di un social media team diffuso a Pordenone, con il pretesto dell’imminente Adunata nazionale degli alpini. Da punti di partenza personali e professionali spesso diversi, con un’ampia rappresentanza in particolare delle aziende speciali della Camera di commercio più vicine alle sensibilità della rete, ci siamo ritrovati con facilità attorno all’urgenza di mettere in comune gli sforzi individuali per sostenere una migliore circolazione delle informazioni e la valorizzazione delle specificità di Pordenone negli spazi globali della rete. Era presente in sala il sindaco Claudio Pedrotti.

Un social media team diffuso è una rete spontanea di cittadini che intende valorizzare la città e i suoi contenuti utilizzando internet e i social network. Esperienze di questo tipo si stanno moltiplicando in Italia, spesso con finalità strettamente turistiche, dalla Basilicata alla Liguria. Anche in regione l’idea è già frequentata: nel capoluogo da circa un anno è operativo il gruppo Trieste Social, che si è fatto notare in particolare durante l’ultima edizione della Barcolana. Hanno aperto la serata proprio le testimonianze registrate di Roberta Milano, tra le maggiori esperte nazionali di web marketing applicato al turismo e animatrice delle prime esperienze italiane, e di Giovanna Tinunin, con Rosy Russo fondatrice e animatrice di Trieste Social.

Nel dibattito è emerso subito il desiderio di guardare oltre la contingenza dell’Adunata degli alpini e di non trascurare le implicazioni economiche di un progetto a lunga scadenza, che può diventare rilevante per eventi, istituzioni e imprese del territorio. Ci siamo lasciati con l’urgenza di ritrovarci per un nuovo incontro, questa volta operativo.  L’iniziativa resta aperta e inclusiva, chiunque abbia dimestichezza con Facebook e Twitter e voglia di partecipare non ha che da registrarsi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dicembre 12 2007

Valigie pronte e riparto. Destinazione Matera, dove venerdì partecipo a un convegno organizzato da Osservatorio Nazionale del Turismo, Regione Basilicata e Apt Basilicata dal titolo La nuova grammatica digitale per comunicare la promozione del territorio. Dai linguaggi della rete all’esperienza di Second Life (sito, programma). Già domani, inoltre, sono in programma alcuni seminari propedeutici riservati ai funzionari pubblici. Basterebbe dire che al convegno partecipano Derrick De Kerckhove e Bruce Sterling; ma per me sarà anche l’occasione per ritrovare Giuseppe, Antonio, Roberta e Mauro, nonché per dare un volto in carne e ossa a Giovanni Boccia Artieri (già conosciuto in unAcademy sotto forma di avatar). E, come sempre accade in questi casi, per incontrare nuove persone e nuove idee in un campo che, in genere, frequento quasi sempre da ultimo anello della catena.

Agosto 30 2005

Servisse mai un agriturismo in Umbria, nella zona a cavallo tra Terni e il Viterbese, io posso dare buone referenze di Piana delle Selve. Ben nascosto a tre quarti della strada che da Amelia porta a Giove e circondato soltanto da colline, boschi e campi coltivati, non brilla forse per segnaletica ma garantisce qualche notte nella più assoluta pace umbra, goglottii dei tacchini e chioccii delle galline compresi (dubbi sui versi degli animali? ecco il sito giusto).

L’ospitalità è genuinamente familiare, in due rustici composti da camere con bagno (oppure con bagno in comune, a scelta) e da alcuni appartamenti indipendenti. La cucina è ispirata ai gusti (saporiti) di quelle terre ed è impreziosita dalle materie prime a disposizione nell’azienda agricola, oltre che da quel tocco di dedizione ai propri ospiti che rende piacevole il pasto. La struttura è recente, restaurata senza risparmi e con il gusto dei particolari. Tutti i locali sono tenuti sempre molto puliti. Sono a disposizione degli ospiti biciclette per esplorare i dintorni, una piccola piscina, massaggi e corsi legati alla manualità (ceramica, in particolare).

Prezzi nella media della zona, semmai più convenienti, variabili in fuzione della tipologia di sistemazione, della durata della permanenza e dal tipo di soggiorno desiderato (indicativamente, tra 50 e 60 euro per camera doppia con colazione, pasti aggiuntivi intorno ai 20 euro).