Servisse mai un agriturismo in Umbria, nella zona a cavallo tra Terni e il Viterbese, io posso dare buone referenze di Piana delle Selve. Ben nascosto a tre quarti della strada che da Amelia porta a Giove e circondato soltanto da colline, boschi e campi coltivati, non brilla forse per segnaletica ma garantisce qualche notte nella più assoluta pace umbra, goglottii dei tacchini e chioccii delle galline compresi (dubbi sui versi degli animali? ecco il sito giusto).

L’ospitalità è genuinamente familiare, in due rustici composti da camere con bagno (oppure con bagno in comune, a scelta) e da alcuni appartamenti indipendenti. La cucina è ispirata ai gusti (saporiti) di quelle terre ed è impreziosita dalle materie prime a disposizione nell’azienda agricola, oltre che da quel tocco di dedizione ai propri ospiti che rende piacevole il pasto. La struttura è recente, restaurata senza risparmi e con il gusto dei particolari. Tutti i locali sono tenuti sempre molto puliti. Sono a disposizione degli ospiti biciclette per esplorare i dintorni, una piccola piscina, massaggi e corsi legati alla manualità (ceramica, in particolare).

Prezzi nella media della zona, semmai più convenienti, variabili in fuzione della tipologia di sistemazione, della durata della permanenza e dal tipo di soggiorno desiderato (indicativamente, tra 50 e 60 euro per camera doppia con colazione, pasti aggiuntivi intorno ai 20 euro).