State of the Net 2012, the aftermath

56

Non è andata solo bene: è stato proprio bello. E di questo il merito va a tutti quelli che hanno partecipato, condividendo idee, esperienze, sensibilità, attenzione, immaginazione, creatività. Abbiamo avuto relatori straordinari, partecipanti curiosi e attentissimi, collaboratori generosi ed entusiasti. Grazie a ciascuno di voi.

Per chi l’ha visto e per chi non c’era, un po’ di materiale in rete:

La rifacciamo? Sì, e non solo ogni quattro anni. Da oggi Beniamino, Paolo e io siamo al lavoro per State of the Net 2013.

§

Vedi anche i post di Vincenzo Cosenza (1, 2), Luca De Biase (1, 2), Marc Canter, Gaspar TorrieroMassimo Mantellini, Daniele Chieffi, Paolo Valdemarin, Antonio Pavolini, Andrea Contino, Federico Guerrini, Federica Scrigner (continua)

facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

2 pensieri su “State of the Net 2012, the aftermath”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *